LA NOSTRA STORIA

Il gusto intenso dei nostri prodotti porta indietro nel tempo,
quando tutto era più autentico:
gli uomini, le stagioni, le emozioni.
Non potremmo fare a meno di tutto questo, fa parte del
nostro essere, della nostra storia.

DAL 1960
NONNO FIUMANO
La sua storia, il nostro futuro

Nati e cresciuti nel basso Salento, abbiamo trascorso l’infanzia a stretto contatto con la natura e i campi assolati, nei quali il nonno Fiumano coltivava i capperi. I nostri genitori hanno cercato inizialmente di coinvolgerci nella loro attività nel settore della moda, ma la passione per l’agricoltura e il richiamo ancestrale della terra hanno cambiato il nostro percorso.
Tre fratelli molto diversi ma uniti da una grande passione. Così abbiamo deciso di lavorare nella piccola azienda del nonno.
Dove erano le nostre radici, cresce il nostro futuro.

2003
IL POMODORO SECCO
La riscoperta di una antica tradizione

Un rito antico quello dell’essiccazione del pomodoro, attorno al quale un tempo si ritrovavano riunite le famiglie e le comunità. Per noi è diventata una delle attività più importanti nella fase iniziale del nostro percorso, poi affiancata negli anni dalla coltivazione di altri ortaggi che gestiamo in tutte le fasi, dalla semina al prodotto finito.

2008
LA NUOVA SEDE
Il primo passo di un sogno che cresce tra terra e mare

Nel 2008 decidiamo di crescere ancora: acquistiamo un piccolo terreno sulla strada che da Felline porta verso il mare. E’ totalmente incolto e abbandonato, ma ha una splendida vista che si allunga fino al faro di Torre San Giovanni e un microclima ventilato e fresco. Il posto perfetto dove lavorare e trasformare i nostri prodotti, il luogo ideale per l’essiccazione naturale degli ortaggi.

2016
IL NUOVO PACKAGING ICONICO
Trasparenti, dalla terra alla tavola.

Nel 2016 nasce il nuovo packaging con la capsula bianca e l’etichetta trasparente che ottiene un grande successo e diventa un marchio distintivo: vogliamo che la bontà dei prodotti sia evidente, in tutta la sua autenticità e qualità. Estendiamo in breve tempo le nostre coltivazioni nelle terre circostanti, che da incolte ed inospitali vengono ora condotte in regime di agricoltura integrata.

Le mani, sempre più numerose, che lavorano i prodotti lo fanno come se lo facessero per loro, a casa, con la stessa cura e attenzione.